Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
Don Camillo e l'onorevole Peppone
Don Camillo e l'onorevole Peppone
Una scena del film
Titolo originale: Don Camillo e l'on. Peppone
Lingua originale: Italiano
Paese: {{{paese}}}
Anno: {{{annouscita}}}
Durata: 97 min
Colore: B/N
Audio: Sonoro
Rapporto: 1,37 : 1
Genere: {{{genere}}}
Regia: {{{regista}}}
Soggetto: {{{soggetto}}}
Sceneggiatura: {{{sceneggiatore}}}
Produttore: {{{produttore}}}
Produttore esecutivo: Angelo Rizzoli (non accreditato)
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Rizzoli Film
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{doppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: {{{fotografo}}}
Montaggio: {{{montatore}}}
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: {{{musicista}}}
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: {{{scenografo}}}
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: {{{costumista}}}
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Don Camillo e l'onorevole Peppone è un film del 1955. Si tratta del terzo episodio della celebre saga di che vide protagonisti Fernandel e Gino Cervi, il primo diretto da Carmine Gallone (che dirigerà anche il quarto), mentre i due precedenti erano stati diretti da Julien Duvivier.

Trama[]

In una Brescello infiammata dalla politica per le elezioni, Don Camillo e Peppone continuano a farsi i soliti dispetti. Peppone, inoltre, si candida come deputato, cosa che fa uscire dai gangheri Don Camillo, che si ritrova sempre più spesso davanti all'altar maggiore per protestare con il Cristo.

Tanti episodi divertenti, come il ritrovamento del carro armato, l'esame di quinta elementare di Peppone, necessario per la candidatura a deputato, il furto dei polli di Don Camillo, la storia d'amore tra Peppone e la segretaria della Federazione e uno stravagante comizio tenuto da Peppone.

Nella sequenza finale è racchiusa, nel discorso conclusivo detto dal narratore, l'essenza del complesso rapporto tra Don Camillo e Peppone: « Eccoli... ricomincia l'eterna gara nella quale ognuno dei due vuole disperatamente arrivare primo. Però, se uno dei due s'attarda, l'altro lo aspetta, per continuare assieme il lungo viaggio fino al traguardo della vita. »

Curiosità[]

  • Alcuni episodi del film sono stati ideati ex-novo, ma altri provengono dalle raccolte di racconti originali di Guareschi: per esempio, quello inerente al carro armato deriva dal racconto "Il Panzer" mentre il comizio mancato del compagno Cerratini con relativa esecuzione del disco de La Canzone del Piave viene dal racconto "L'altoparlante", entrambi contenuti in Don Camillo e il suo gregge (1953); infine, la sequenza dove Peppone vende giornali è ispirata al racconto "La festa", incluso nella prima raccolta, Don Camillo (1948).
  • Un carro armato è attualmente conservato nel Museo "Don Camillo e Peppone" di Brescello, ma in realtà non è quello usato nel film, che era un M26 Pershing (non la versione a canna lunga) nonostante il fatto in Italia non ne furono mai impiegati, ma era, all'epoca della creazione del film, in uso dall'esercito italiano.
  • Il sidecar usato da Peppone è una Moto Guzzi 500 Sport 14 del 1929.

Locandina[]

Don Camillo e l'onorevole Peppone locandina

La locandina del film

Advertisement