Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
East Is East
East Is East
Una scena del film
Titolo originale: East Is East
Lingua originale: Inglese, urdu
Paese: {{{paese}}}
Anno: {{{annouscita}}}
Durata: 96 minuti
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 1,85 : 1
Genere: {{{genere}}}
Regia: {{{regista}}}
Soggetto: {{{soggetto}}}
Sceneggiatura: {{{sceneggiatore}}}
Produttore: {{{produttore}}}
Produttore esecutivo: Alan J. Wands
Produttore associato: Stephanie Guerrasio
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Film Four, BBC e Assassin Films
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{doppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: {{{fotografo}}}
Montaggio: {{{montatore}}}
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: {{{musicista}}}
Tema musicale:
Scenografia: {{{scenografo}}}
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: {{{costumista}}}
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
  • BAFTA: miglior film
  • British Independent Film Awards 1999: miglior sceneggiatura
  • Seminci 1999: Espiga de oro per il miglior film e premio per la miglior attrice (Linda Bassett)
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


East Is East è un film del 1999 diretto da Damien O'Donnell.

Trama[]

George Khan è sposato con Ella da 25 anni ed hanno sette figli. Le difficoltà cominciano quando Nazir, il primogenito, rifiuta all'ultimo minuto di sposare la ragazza pakistana che il padre gli ha scelto, facendo naufragare malamente la cerimonia. Nazir fugge e viene disconosciuto dal padre.

La vita continua nella famiglia Khan, e Sajit, il figlio più piccolo, ha scoperto di dover essere circonciso. Tenta di opporsi, ma invano. Nel frattempo George Khan pensa ancora a come combinare dei vantaggiosi matrimoni per la sua famiglia e viene presentato al signor Shah, in cerca di due mariti per le due brutte figlie, a cui promette i suoi due figli Tariq e Abdul. Tariq però frequenta di nascosto la discoteca della zona e flirta con una ragazza bianca vicina di casa, nessuno dei due figli è disposto a prestarsi ad un matrimonio combinato.

Note[]

Tra circoncisioni obbligatorie e salsicce mangiati di nascosti, lo sceneggiatore Ayub Khan-Din atinge evidentemente all'autobiografia, ma la sua operazione non ha lo spessore di un Kureishi.

L'analisi critica cede sempre alla nostalgia e alla ricerca ossessiva della gaf grassoccia, e la malinconia è rimpiazzata da una voglia di riappacificazione a tutti i costi, che finisce per contagiare un uomo ottuso e violento come il protagonista.

Il film, in una certa misura, si collega alla tradizione sociale realista dei film realizzati da Ken Loach, in quanto si occupa dei problemi della gente comune dalla fasce più povere della società e prende sul serio i loro problemi, cercando di evitare gli stereotipi o un'eccessiva idealizzazione. A differenza di altre opere del filone sociale, che hanno indagato i settori bianchi del proletariato, come, per esempio, i minatori, questo film consapevolmente si propone di esaminare il melting pot culturale.

Solo accennato è il tema dell'omosessualità del primo figlio Nazir.

Con un sequel: West Is West (2010)

Locandina[]

East Is East locandina

La locandina del film

Advertisement