Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
Il castello dalle porte di fuoco

Una scena del film
Titolo originale: {{{titolooriginale}}}
Lingua originale: Italiano
Paese: ITA
ESP
Anno: 1970
Durata: 94 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 1.85 : 1
Genere: Horror
Regia: José Luis Merino
Soggetto: Enrico Colombo, María del Carmen Martínez Román e José Luis Merino
Sceneggiatura: Enrico Colombo, María del Carmen Martínez Román e José Luis Merino
Produttore: Roger Corman
Produttore esecutivo:
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Prodimex Film e Órbita Films
Distribuzione (Italia):
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
  • Erna Schurer: Ivanna Rakowsky
  • Charles Quinney: Janos Dalmar
  • Agostina Belli: Cristiana
  • Cristiana Galloni: Olga
  • Antonio Gimenez Escribano: Il maggiordomo
  • Mariano Vidal Molina: Ispettore
  • Enzo Fisichella
  • Ezio Sancrotti: Driver turning Raper
  • Giancarlo Fantini
  • Franco Moraldi
  • Paracchi Renato
  • Javier Rivera
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
  • Nando Gazzolo: Janos Dalmar
  • Serena Verdirosi: Cristiana
  • Arturo Dominici: Ispettore
  • Sergio Tedesco: Driver turning Raper
Episodi:
Fotografia: Emanuele Di Cola
Montaggio: Sandro Lena
Effetti speciali:
Musiche: Luigi Malatesta
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia:
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi:
Trucco:
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Il castello dalle porte di fuoco è un film del 1970 diretto da José Luis Merino.

Trama[]

Ivana Rakowski, giovane donna laureata in chimica, viene assunta dal barone Janos Dalmar. Prima di giungere al suo castello la donna viene a conoscenza di allarmanti voci secondo le quali tutte le ragazze che si sono innamorate del barone hanno incontrato una tragica fine. Sebbene sia rimasta sconvolta da quanto appreso, Ivana si reca ugualmente al castello ed inizia il suo lavoro nel laboratorio di Janos, con il quale raggiunge anzi un perfetto affiatamento.

Quando la governante Olga e la domestica Cristiana vengono misteriosamente assassinate, Ivana sospetta che ad ucciderle sia stato Janos, che ritiene affetto da licantropia, e si adopera in ogni modo per scagionarlo e al tempo stesso per curarlo dal male di cui lo crede vittima.

Qualche tempo dopoJanos le chiede di sposarlo ed Ivana accetta. Durante la prima notte di nozze Janos viene improvvisamente richiamato dall'ululare dei suoi cani e durante la sua assenza Ivana viene aggredita da Igor, il fratello di Janos che, essendo rimasto orrendamente sfigurato a causa di un esperimento chimico, era stato tenuto nascosto alla vista di tutti. Igor che è l'autore dei misteriosi delitti perpetrati contro le donne della zona, si accinge ad uccidere anche Ivana, che però è salvata dal tempestivo intervento di Janos.

Locations[]

Il castello usato come set principale del film è il Castello di Montechiarugolo in provincia di Parma.

Advertisement