Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
La morte va a braccetto con le vergini
Ingrid Pitt - Countess Dracula
Una scena del film
Titolo originale: Countess Dracula
Lingua originale: Inglese, Latino
Paese: {{{paese}}}
Anno: {{{annouscita}}}
Durata: 93 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 1,66 : 1
Genere: {{{genere}}}
Regia: {{{regista}}}
Soggetto: {{{soggetto}}}
Sceneggiatura: {{{sceneggiatore}}}
Produttore: {{{produttore}}}
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: The Rank Organisation e A Hammer Production
Distribuzione (Italia): Deltavideo
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{doppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: {{{fotografo}}}
Montaggio: {{{montatore}}}
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: {{{musicista}}}
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: {{{scenografo}}}
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: {{{costumista}}}
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


La morte va a braccetto con le vergini è un film del 1971 diretto da Peter Sasdy.

Trama[]

La contessa Elisabeth Nodosheen, vedova imbruttita dall'incipiente vecchiaia, s'accorge che i bagni nel sangue di giovani donne hanno il potere di ringiovanirla e di ridarle la perduta avvenenza. Il loro effetto, però, è di breve durata: per rinnovarlo, ella ha bisogno di procurarsi ogni volta una nuova ragazza da uccidere e dissanguare.

Mentre a questo provvedono il suo castaldo ed ex amante Dobi e la governante Giulia, Elisabeth spacciandosi per la propria figlia Ilona (da lei tenuta prigioniera in una capanna nella foresta) si fidanza con un giovane ufficiale, il tenente Umre Toth.

Dopo aver ucciso l'anziano bibliotecario del castello, che aveva scoperto il segreto di Elisabeth, il geloso Dobi lo rivela a Imre. Riuscita, con un inganno, a tenere il giovane egualmente a sé, e a condurlo all'altare, la contessa subisce, proprio durante la cerimonia nuziale, una orrenda metamorfosi.

Terrorizzata testimone dell'accaduto, Ilona viene assalita dalla madre, assettata di sangue. Per difenderla il tenente muore. Ormai smascherati, Elisabeth, Dobi e Giulia sono consegnati al boia.

Note[]

Sasdy si ispira alla vicenda dell'ungherese Erzsebet Bathory e prosegue il suo percorso di critica al potere: coloro che condannano la contessa a una fine atroce non sono certo stinchi di santo.

Ma dei suoi film per la Hammer è il meno efficace: le troppe concessioni al morboso stridono col tentativo di rendere tragica la sorte della contessa, tratteggiata come una donna incapace di accettare la vecchiaia.

Ingrid Pitt sostituì Diana Rigg che avrebbe dovuto in principio interpretare il ruolo della sadica contessa, ma che poi rifiutò.

Locandina[]

La morte va a braccetto con le vergini

La locandina del film

Advertisement