Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
Le bianche tracce della vita
The Claim
Una scena del film
Titolo originale: The Claim
Lingua originale: Inglese
Paese: {{{paese}}}
Anno: {{{annouscita}}}
Durata: 120 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 2,35 : 1
Genere: {{{genere}}}
Regia: {{{regista}}}
Soggetto: {{{soggetto}}}
Sceneggiatura: {{{sceneggiatore}}}
Produttore: {{{produttore}}}
Produttore esecutivo: Andrea Calderwood, Martin Katz, Alexis Lloyd, Mark Shivas e David M. Thompson
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: Douglas Berquist
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Alliance Atlantis Communications, Arts Council of England, British Broadcasting Corporation (BBC), Canal+, DB Entertainment, Grosvenor Park Productions, Pathé Pictures International e Revolution Films
Distribuzione (Italia): 20th Century Fox
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{doppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: {{{fotografo}}}
Montaggio: {{{montatore}}}
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: {{{musicista}}}
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: {{{scenografo}}}
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: {{{costumista}}}
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Le bianche tracce della vita è un film del 2000 diretto da Michael Winterbottom.

Trama[]

Daniel Dillon è un pioniere americano, che durante la famigerata corsa all'oro arriva al punto di vendere la moglie e la figlia in cambio di una miniera d'oro.

Dopo vent'anni dal fatto, Dillon è l'uomo più ricco di Kingdon Come, una cittadina rurale in via di modernizzazione con l'avvento di una ferrovia. L'uomo è inoltre coniuge con la immigrata portoghese Lucia, direttrice del bordello del paese.

In città ritornano anche Elena e Hope Burn, che si scoprirà essere la moglie e la figlia vendute da Dillon per comprare la miniera.

Dillon è il padrone indiscusso del paese, ma il suo potere sembra cedere quando giunge in città Donald Dalglish, un geometra della Central Pacific Railroad incaricato della costruzione del passante ferroviario.

Nel tentativo di comprare i progetti della società per divenire proprietario anche della linea ferroviaria, Dillon spenderà tutti i suoi averi ricavati in vent'anni di duro lavoro, e al contempo cercherà di zittire il suo passato, ora in bilico dopo l'arrivo di Elena e Hope.

Note[]

Winterbottom lavora sui temi del senso di colpa e della redenzione e, dopo Jude, adatta un altro romanzo di Thomas Hardy, Il sindaco di Casterbridge, spostandone l'azione dal Dorset alla Sierra Nevada.

Il risultato è un gelido melodramma che non riesce a essere popolare, con un cast troppo eterogeneo e segni di travagli produttivi ben visivi.

Locandina[]

Le bianche tracce della vita

La locandina del film

Advertisement