Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
Lo spirito dell'alveare
El espíritu de la colmena
Una scena del film
Titolo originale: El espíritu de la colmena
Lingua originale: Spagnolo
Paese: {{{paese}}}
Anno: {{{annouscita}}}
Durata: 97 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 1,66 : 1
Genere: {{{genere}}}
Regia: {{{regista}}}
Soggetto: {{{soggetto}}}
Sceneggiatura: {{{sceneggiatore}}}
Produttore: {{{produttore}}}
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Elías Querejeta Producciones Cinematográficas S.L. e Jacel Desposito
Distribuzione (Italia): Clab
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{doppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: {{{fotografo}}}
Montaggio: {{{montatore}}}
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: {{{musicista}}}
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: {{{scenografo}}}
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: {{{costumista}}}
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Lo spirito dell'alveare è un film del 1973 diretto da Víctor Erice.

Trama[]

Nel 1940, in un piccolo villaggio della Castiglia viene proiettato il film Frankenstein. La piccola Anna, rimasta particolarmente colpita dalla vicenda e suggestionata dal mostro, inizia a vivere in un mondo immaginario fatto di mostri e di spiriti che "si lasciano vedere" e sono buoni con gli amici.

Un giorno incontra in un casolare abbandonato un fuggiasco, che per lei rappresenta il "mostro" delle sue fantasie. Lo aiuta, gli dà da mangiare, gli porta i vestiti del padre ed anche l'orologio.

Un notte, nel corso di una sparatoria, il fuggiasco viene ucciso dalla Guardia Civile, che restituisce al padre della bambina gli oggetti di sua proprietà. Tornata nel casolare, la bambina scorge del sangue per terra ed allora, intuendo quanto accaduto, fugge nei boschi.

Alla fine riportata a casa, chiamerà per l'ultima volta lo spirito amico, fino a quando il familiare fischio del treno non la richiama alla realtà.

Note[]

Il primo lungometraggio di uno dei registi spagnoli più originali e appartati, girato quando il franchismo volgeva al termine.

Una delicata esplorazione nel mondo dell'infanzia e nell'immaginario cinematografico: lirico, fantasioso e terribilmente triste.

Locandina[]

Lo spirito dell'alveare

La locandina del film

Advertisement