Cinema e Televisione Wiki
Advertisement
Pietro il Grande
(parte seconda)

Una scena del film
Titolo originale: Peter the Great
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 1986
Durata: 185 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: {{{ratio}}}
Genere: Storico
Regia: Marvin J. Chomsky e Lawrence Schiller
Soggetto: Robert K. Massie
Sceneggiatura: Edward Anhalt
Produttore: Marvin J. Chomsky
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: NBC Productions
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{storyboard}}}
Art director: {{{artdirector}}}
Character design: {{{characterdesign}}}
Mecha design: {{{mechadesign}}}
Animatori: {{{animatore}}}
Interpreti e personaggi
  • Maximilian Schell: Pietro il Grande
  • Vanessa Redgrave: Sofija
  • Omar Sharif: Principe Feodor Romodanovskij
  • Trevor Howard: Sir Isaac Newton
  • Laurence Olivier: Re Guglielmo III d'Orange
  • Helmut Griem: Alexander Menšikov
  • Elke Sommer: Charlotte
  • Ursula Andress: Atalia
  • Mel Ferrer: Federico di Hannover
  • Hanna Schygulla: Caterina Skavronskaya
  • Mike Gwilym: Shafirov
  • Günther Maria Halmer: Conte Tolstoy
  • Jan Malmsjö: Patriarca
  • Jeremy Kemp: Gen. Patrick Gordon
  • Boris Plotnikov: Alessio
  • Roman Filippov: Danilo Menšikov
  • Vsevolod Larionov: Principe Sukhorukov
  • Natalya Andreichenko: Evdokija
  • Algis Arlauskas: Padre Theodosius
  • Christoph Eichhorn: Carlo XII, re di Svezia
  • Luba Ghermanova: Afrosina
  • Burkhard Heyl: Conte Piper
  • Vladimir Ilyin: Conte Sheremetief
  • Ulli Philipp: Luisa
  • Denis DeMarne: Pietro il Grande da vecchio
Doppiatori originali:
{{{doppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
  • Sergio Graziani: Pietro il Grande
  • Rita Savagnone: Sofija
  • Pino Locchi: Principe Feodor Romodanovskij
  • Sergio Di Stefano: Alexander Menšikov
  • Giorgio Piazza: Federico di Hannover
  • Roberto Chevalier: Carlo XII, re di Svezia
Episodi:
Fotografia: Vittorio Storaro
Montaggio: Bill Parker
Effetti speciali: {{{effettispeciali}}}
Musiche: Laurence Rosenthal
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: John Blezard e Aleksandr Popov
Dialoghi: {{{dialoghista}}}
Costumi: Ella Maklakova e Sibylle Ulsamer
Trucco: {{{truccatore}}}
Sfondi: {{{sfondo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Pietro il Grande (parte seconda) è un film del 1986, diretto dai registi Marvin J. Chomsky e Lawrence Schiller, seconda parte della riduzione cinematografica dell'omonima miniserie televisiva, tratto dal libro Pietro il Grande di Robert K. Massie.

Il capitolo precedente è Pietro il Grande (parte prima) (1986).

Trama[]

L'anziano zar Pietro il Grande continua a ricordare le varie vicende storiche caratterizzanti il suo regno e la sua famiglia.

Pietro comunica ai suoi più stretti collaboratori (Menšikov, Shafirov, Tolstoy e Gordon) l'intenzione di istituire un'ambasceria con il compito di viaggiare per l'Europa e avente per scopo l'intensificazione degli scambi commerciali, sociali e culturali con il mondo occidentale. Inoltre lo zar è intenzionato ad apprendere tutti i segreti sulla nautica per poter così costruire una flotta di navi.

Approfittando dell'assenza dello zar, partito anch'esso con l'Ambasceria, il principe Sukhorukov insieme a Sofija ed Evdokija pianificano una nuova rivolta degli Strelzi per uccidere lo zar e prendere il potere. Venuto a conoscenza della cosa, Pietro è costretto a far velocemente ritorno in Russia e a sedare nel sangue la rivolta. Sofija viene deportata in un convento dell'Artico, gli Strelzi sopravvissuti vengono condannati a morte ed Evdokija viene rinchiusa nel convento di Novodevicij e costretta a farsi suora.

Per assicurarsi l'accesso al mare, Pietro dichiara guerra contro la Svezia, vincendola dopo enormi sacrifici. Nel frattempo lo zarevič Alessio si fa coinvolgere in una congiura contro lo zar e finisce così con l'andare sotto processo. Condannato a morte Alessio morirà prima di essere giustiziato nella prigione dove era rinchiuso.

Il film si conclude con le immagini dell'incoronazione di Caterina come imperatrice di Russia; una cosa voluta da Pietro al fine di mantenere intatto l'enorme potere da lui creato.

Advertisement