Cinema e Televisione Wiki
Advertisement

Totò, pseudonimo di Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio (brevemente Antonio de Curtis; Napoli, 15 febbraio 1898 – Roma, 15 aprile 1967), è stato un attore italiano. Attore simbolo dello spettacolo comico in Italia, soprannominato «il principe della risata», è considerato, anche in virtù di alcuni ruoli drammatici, uno dei maggiori interpreti nella storia del teatro e del cinema italiani. Si distinse anche al di fuori della recitazione, lasciando contributi come drammaturgo, poeta, paroliere, compositore, cantante.

Filmografia e Televisione[]

Attore[]

  • Fermo con le mani!, regia di Gero Zambuto (1937)
  • Animali pazzi, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1939)
  • San Giovanni decollato, regia di Amleto Palermi (1940)
  • L'allegro fantasma, riedito nel dopoguerra col titolo Totò allegro fantasma, regia di Amleto Palermi (1941)
  • Due cuori fra le belve, riedito nel dopoguerra col titolo Totò nella fossa dei leoni, regia di Giorgio Simonelli (1943)
  • Il ratto delle Sabine, riedito nel dopoguerra col titolo Il professor Trombone, regia di Mario Bonnard (1945)
  • I due orfanelli, regia di Mario Mattoli (1947)
  • Totò al giro d'Italia, regia di Mario Mattoli (1948)
  • Fifa e arena, regia di Mario Mattoli (1948)
  • I pompieri di Viggiù, regia di Mario Mattoli (1949)
  • Yvonne la nuit, regia di Giuseppe Amato (1949)
  • Totò cerca casa, regia di Steno e Mario Monicelli (1949)
  • L'imperatore di Capri, regia di Luigi Comencini (1949)
  • Totò le Mokò, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1949)
  • Napoli milionaria, regia di Eduardo De Filippo (1950)
  • Figaro qua, Figaro là, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
  • Totò cerca moglie, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
  • Tototarzan, regia di Mario Mattoli (1950)
  • Le sei mogli di Barbablù, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
  • Totò sceicco, regia di Mario Mattoli (1950)
  • 47 morto che parla, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
  • Totò terzo uomo, regia di Mario Mattoli (1951)
  • Totò e i re di Roma, regia di Steno e Mario Monicelli (1951)
  • Sette ore di guai, regia di Vittorio Metz e Marcello Marchesi (1951)
  • Guardie e ladri, regia di Steno e Mario Monicelli (1951)
  • Totò a colori, regia di Steno (1952)
  • Totò e le donne, regia di Steno e Mario Monicelli (1952)
  • L'uomo, la bestia e la virtù, regia di Steno (1953)
  • Una di quelle, regia di Aldo Fabrizi (1953)
  • Un turco napoletano, regia di Mario Mattoli (1953)
  • Il più comico spettacolo del mondo, regia di Mario Mattoli (1953)
  • Questa è la vita, episodio La patente, regia di Luigi Zampa (1954)
  • Dov'è la libertà?, regia di Roberto Rossellini (1954)
  • Tempi nostri - Zibaldone n. 2, episodio La macchina fotografica, regia di Alessandro Blasetti (1954)
  • Miseria e nobiltà, regia di Mario Mattoli (1954)
  • Il medico dei pazzi, regia di Mario Mattoli (1954)
  • I tre ladri, regia di Lionello De Felice (1954)
  • Totò cerca pace, regia di Mario Mattoli (1954)
  • L'oro di Napoli, episodio Il guappo, regia di Vittorio De Sica (1954)
  • Totò e Carolina, regia di Mario Monicelli (1955)
  • Totò all'inferno, regia di Camillo Mastrocinque (1955)
  • Siamo uomini o caporali?, regia di Camillo Mastrocinque (1955)
  • Destinazione Piovarolo, regia di Domenico Paolella (1955)
  • Il coraggio, regia di Domenico Paolella (1955)
  • Racconti romani, regia di Gianni Franciolini (1955)
  • La banda degli onesti, regia di Camillo Mastrocinque (1956)
  • Totò lascia o raddoppia?, regia di Camillo Mastrocinque (1956)
  • Totò, Peppino e la... malafemmina, regia di Camillo Mastrocinque (1956)
  • Totò, Peppino e i fuorilegge, regia di Camillo Mastrocinque (1956)
  • Totò, Vittorio e la dottoressa, regia di Camillo Mastrocinque (1957)
  • Totò e Marcellino, regia di Antonio Musu (1958)
  • Totò, Peppino e le fanatiche, regia di Mario Mattoli (1958)
  • I soliti ignoti, regia di Mario Monicelli (1958)
  • Gambe d'oro, regia di Turi Vasile (1958)
  • La legge è legge, regia di Christian-Jaque (1958)
  • Totò a Parigi, regia di Camillo Mastrocinque (1958)
  • Totò nella luna, regia di Steno (1958)
  • Totò, Eva e il pennello proibito, regia di Steno (1959)
  • I ladri, regia di Lucio Fulci (1959)
  • La cambiale, regia di Camillo Mastrocinque (1959)
  • I tartassati, regia di Steno (1959)
  • Arrangiatevi!, regia di Mauro Bolognini (1959)
  • Noi duri, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
  • Signori si nasce, regia di Mario Mattoli (1960)
  • Letto a tre piazze, regia di Steno (1960)
  • Totò, Fabrizi e i giovani d'oggi, regia di Mario Mattoli (1960)
  • Risate di gioia, regia di Mario Monicelli (1960)
  • Chi si ferma è perduto, regia di Sergio Corbucci (1960)
  • Totò, Peppino e... la dolce vita, regia di Sergio Corbucci (1961)
  • Sua Eccellenza si fermò a mangiare, riedito col titolo II Dott. Tanzarella, medico personale del... fondatore dell'impero, regia di Mario Mattoli (1961)
  • Totòtruffa 62, regia di Camillo Mastrocinque (1961)
  • I due marescialli, regia di Sergio Corbucci (1961)
  • Totò contro Maciste, regia di Fernando Cerchio (1962)
  • Totò diabolicus, regia di Steno (1962)
  • Totò e Peppino divisi a Berlino, regia di Giorgio Bianchi (1962)
  • Lo smemorato di Collegno, regia di Sergio Corbucci (1962)
  • Totò di notte n. 1, regia di Mario Amendola (1962)
  • I due colonnelli, regia di Steno (1962)
  • Il monaco di Monza, regia di Sergio Corbucci (1963)
  • Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1963)
  • Totò contro i quattro, regia di Steno (1963)
  • Totò e Cleopatra, regia di Fernando Cerchio (1963)
  • Le motorizzate, episodio Il vigile ignoto, regia di Marino Girolami (1963)
  • Totò sexy, regia di Mario Amendola (1963)
  • Gli onorevoli, regia di Sergio Corbucci (1963)
  • Il comandante, regia di Paolo Heusch (1963)
  • Che fine ha fatto Totò Baby?, regia di Ottavio Alessi (1964)
  • Totò contro il pirata nero, regia di Fernando Cerchio (1964)
  • Le belle famiglie, episodio Amare è un po' morire, regia di Ugo Gregoretti (1964)
  • Totò d'Arabia, regia di José Antonio de la Loma (1965)
  • Gli amanti latini, episodio Amore e morte, regia di Mario Costa (1965)
  • La mandragola, regia di Alberto Lattuada (1965)
  • Rita, la figlia americana, regia di Piero Vivarelli (1965)
  • Uccellacci e uccellini, regia di Pier Paolo Pasolini (1966)
  • Operazione San Gennaro, regia di Dino Risi (1966)
  • Le streghe, episodio La terra vista dalla luna, regia di Pier Paolo Pasolini (1967)
  • Capriccio all'italiana, episodi Il mostro della domenica di Steno e Che cosa sono le nuvole? di Pier Paolo Pasolini (1968)

Attore televisivo[]

  • Il latitante, andato in onda il 4 maggio (nel ruolo di don Gennaro La Pezza; l'episodio venne ricavato dalla sceneggiatura per un film mai realizzato, Le belve)
  • Il tuttofare, andato in onda il 10 maggio (nel ruolo di Rosario De Gennaro, detto Lallo)
  • Il grande maestro, andato in onda il 13 maggio (nel ruolo di Mardocheo Stonatelli)
  • Don Giovannino, andato in onda il 18 maggio (nel ruolo omonimo)
  • La scommessa, andato in onda il 25 maggio (nel ruolo di Oberdan Lo Cascio), in cui Totò figurava anche come sceneggiatore
  • Totò Ciak, andato in onda l'8 giugno (nel ruolo dell'agente segreto, era una parodia dei generi cinematografici in voga con la partecipazione di alcuni cantanti)
  • Totò a Napoli, andato in onda il 13 giugno (nel ruolo della guida non autorizzata, recitava alcune poesie sue)
  • Totò Ye Ye, annunciata per il 29 giugno ma in realtà mai trasmesso all'epoca in cui fu girato; è andato in onda solo nel 2011 su Raitre (Totò ricopre il ruolo del capellone in uno special con la partecipazione di cantanti e complessi musicali)
  • Premio Nobel, con Corrado, andato in onda il 6 luglio (nel ruolo di Serafino Bolletta)

ketch pubblicitari[]

Nell'autunno del 1966 Totò girò nove sketch pubblicitari per la RAI diretti dal regista Luciano Emmer, che andarono in onda su Carosello prima della morte dell'attore; oggi di questi ne sopravvivono solo due (Totò cassiere e Totò calzolaio), probabilmente gli altri sono andati persi o distrutti.

  • Totò cassiere
  • Totò calzolaio
  • Totò spazzino
  • Totò petroliere
  • Totò proprietario di ristoranti
  • Totò farmacista
  • Totò barista
  • Totò giocatore
  • Totò elettricista

Nel gennaio 1967 vennero girati altri sette caroselli, diretti dal regista Giuliano Biagetti. Il progetto era di dieci, ma Totò non riuscì a finirli tutti perché era molto impegnato; questi sketch non vennero mai trasmessi in quanto furono trafugati prima di poter essere utilizzati.

  • Totò ingegnere
  • Totò pittore
  • Totò meteoronauta
  • Totò iettatore
  • Totò ferroviere
  • Totò operaio
  • Totò giardiniere

Apparizioni televisive[]

  • Il Musichiere, di Mario Riva (1958)
  • Studio Uno, con Mina (1965 e 1966)

Interviste[]

  • Telecamere in vacanza, intervistato scherzosamente da Franca Faldini (1959)
  • Cinema d'oggi, intervista sul set de I due colonnelli (1962)
  • Controfagotto, intervista nel canile L'ospizio dei trovatelli (1961)
  • Tv7, intervista con Lello Bersani (1963)
  • Cinema d'oggi, intervista nella sua abitazione (1963)
  • Segnalibro, intervista con Luigi Silori su un libro di Alberto Bevilacqua riguardante i comici italiani (1965)
  • Intervista sul set di Uccellacci e uccellini (1966)
  • Anteprima, intervista sul cinema comico (1966)
  • L'Approdo (1966)
  • Intervista sul set del film La Terra vista dalla Luna (1967)

Interviste radiofoniche[]

  • Sono Totò, Dio che tristezza, Articolo di Repubblica, 1º dicembre 1990, Archivio RAI (1950)
  • Ciak, intervista con Lello Bersani, in occasione del Nastro d'argento ricevuto per Guardie e ladri (1952)
  • La Giraffa, Totò declama versi di William Shakespeare (1952)
  • La grande radio, intervista con Lello Bersani sul film Totò nella luna (1958)
  • Intervista con Oriana Fallaci per L'Europeo (1963)
  • La grande radio, intervista nel suo appartamento (1967)
  • Chicche e sia, Totò recita le sue poesie La consegna, Felicità e L'acquaiola(1967)

Programmi televisivi sull'attore[]

  • Il pianeta Totò, di Giancarlo Governi (1981, in 30 puntate; riproposto, in 25 puntate, nel 1983 e, nuovamente in 30 puntate, nel 1988)
  • W Totò, condotto da Nanni Loy (1987)
  • Caro Totò, ti voglio presentare, condotto da Renzo Arbore (1992)
  • Totò, un altro pianeta, di Giancarlo Governi (1993, in 15 puntate)
  • Tocco e ritocco, di Giancarlo Governi (1994, in quattro puntate)
  • La vita del principe Totò, di Giancarlo Governi (1995, in due puntate)
  • Omaggio a Totò, di Giancarlo Governi (1997, in una puntata)
  • Totò 100, di Giancarlo Governi (1998, in due puntate)
  • A prescindere..., di Giancarlo Governi (in due puntate)
  • Il nostro Totò, per i cinquant'anni dalla scomparsa (2017)

Documentari[]

  • Totò 2001, di Marco Giusti (2000)
  • Il baule di Totò, di Gianni Turco (2003)
  • Un principe chiamato Totò, di Fabrizio Berruti (2007)
  • Totò, Napoli... ed io, di Diana De Curtis e Francesco Brancatella (2009)
Docufilm[]
  • InediTotò, realizzato per i 120 anni dalla nascita dell'attore, regia di Franco Longobardi (2018)

Informazioni[]

  • CURIOSITA'

Totò ha fatto 97 Film.

  • CITAZIONE

«Hai messo la parentesi? chiudila. Punto due punti, Punto e virgola.» Totò, Peppino e la ... malafemmina (1956)

  • CITAZIONE

«Signori si nasce e io modestamente lo nacqui.»Singori si nasce (1960)

  • CURIOSITA'

Totò aveva 9 nomi. Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi.

Advertisement